Siena: bloccata caccia alla volpe

Siena
Italia

La giunta provinciale di Siena ha deliberato di sospendere definitivamente i contenimenti alla volpe con la modalità "alla tana". Dopo le proteste dei gruppi animalisti che avevano portato in piazza circa 300 manifestanti un mese fa, la giunta provinciale aveva già disposto una moratoria di un mese rispetto all'inizio della caccia previsto per il 1° aprile.

La caccia in modalità "tana" prevede che i piccoli vengano uccisi, servendosi dei cani, quando si trovano ancora rifugiati al suo interno poiché troppo giovani per allontanersi. Gli adulti, invece, vengono uccisi a fucilate.
I motivi che avevano spinto la riapertura della caccia alla volpe erano principalmente di natura conservazionista: la volpe è una predatrice naturale di altri animali che in questo modo non possono più essere cacciati dall'uomo. Nessuna ragione, che sia di natura scientifica, conservazionista o ambientalista può giustificare un massacro così cruento.

La giunta provinciale è fortunatamente tornata sui suoi passi e le volpi potrannno continuare ad abitare nei luoghi dove hanno sempre vissuto.

Fonte: