Lana

La lana è un prodotto ampiamente consumato e raramente ci si interroga sulla sua provenienza, nonostante la grande sofferenza celata dall'industria che sfrutta gli ovini. La lana nasce da una proteina lunga ed elastica chiamata cheratina. Prima dell'intervento dell'essere umano, le pecore producevano la quantità necessaria per proteggere, loro stesse, dal freddo. Oggi, gli ovini sfruttati per la lana sono stati selezionati per produrne più di quanto sarebbe stato possibile in natura e questo è causa di numerose malattie dovute alla quantità eccessiva di pelo: alcuni animali infatti muoiono per il troppo caldo, provano dolore per il flystrike (ovvero vengono letteralmente invasi da mosche) e per la tosatura. Durante il taglio del manto, i lavoratori legano e immobilizzano questi animali per poterli privare di ogni centimetro di lana, non curandosi dello stress, del dolore e dei danni fisici che gli provocano.
Le pecore sono individui, esseri senzienti con i propri interessi e desideri, non risorse da sfruttare per produrre sciarpe, maglioni, guanti o cappotti.

Guarda cosa accade all'interno di un macello per ovini, filmato da Animal Equality: