La scelta vegan

Essere vegan significa adottare uno stile di vita che non causi sofferenza, dolore o morte agli animali, permettendogli così di essere liberi e padroni della propria vita. Gli animali sono esseri senzienti come noi, con propri bisogni, desideri e necessità. Oggi siamo consapevoli che anche loro, esattamente come noi, sono capaci di provare una vasta gamma di emozioni e sensazioni come felicità, dolore, piacere, paura, fame, tristezza, noia, frustrazione o soddisfazione. Gli animali sono perfettamente consapevoli della realtà che li circonda. Le loro vite hanno un valore intrinseco in quanto tali; non sono esseri inferiori, ne risorse a disposizione dell'essere umano.
Il pregiudizio che ci porta a discriminare gli animali in quanto appartenenti a specie diverse dalla nostra, prende il nome di specismo; proprio come il sessismo e il razzismo, anch'esso è irrazionale e ingiustificato. Puoi trovare maggiori informazioni sullo specismo qui.

A prescindere che siano usati per il cibo, il vestiario, l'intrattenimento, come animali domestici o per la sperimentazione, la sofferenza che miliardi di individui sono costretti a sopportare è inimmaginabile e, nella maggior parte dei casi, è seguita dalla morte. La società ci ha insegnato a credere che l'essere umano ha bisogno di tutto questo; in realtà lo sfruttamento animale non è etico, ne necessario. Chi sceglie di essere vegan riconosce il valore delle vite degli animali; di conseguenza rifiuta di utilizzarli come cibo, nella sperimentazione, per il vestiario e non prende parte a spettacoli, o attività, che ne prevedono lo sfruttamento. Oggi la scelta vegan è facile, salutare e alla portata di tutti. Troverai maggiori informazioni nella parte che segue.

> Animali domestici

Chi sceglie di essere vegan non sostiene alcun tipo d'allevamento, compreso quello degli animali domestici come cavalli, cani, gatti, criceti, conigli, uccelli o pesci. La domesticazione che gli animali hanno subito nel corso della storia non è andata incontro ai loro interessi, ma li ha resi completamente dipendenti dall'essere umano. Siamo infatti noi a decidere quando farli magiare, dove vivranno, se riceveranno affetto, se portarli a fare una passeggiata e se farli socializzare con altri membri della stessa specie. Proprio come se fossero una proprietà, possono essere acquistati, venduti, ceduti o abbandonati. Gli animali domestici ci fanno compagnia e ci danno affetto, ma dovrebbero vivere nel loro mondo, non nel nostro, liberi di scegliere cosa è meglio per loro stessi. Salvare e adottare animali abbandonati e in difficoltà è un gesto di responsabilità, apprezzabile se si riesce a fornire all'individuo una sistemazione adeguata. Rimane tuttavia fondamentale evitare di sostenere, e perpetuare, l'idea dell'animale domestico come proprietà dell'essere umano.

> Cibo

Adottare uno stile di vita vegan significa scegliere una dieta priva di alimenti di origine animale quindi carne, pesce, frutti di mare, latticini, uova e miele. Si possono includere invece tutti i cibi vegetali tra cui i cereali (come avena, frumento e mais), legumi (piselli, fagioli, lenticchie, soia), tutte le verdure, frutta, funghi, noci, semi, alche, erbe, spezie e qualsiasi prodotto ottenuto a partire da questi ingredienti. Una dieta vegana è varia, ricca e lascia spazio all'immaginazione.  Oggi molte persone scelgono di compiere questo passo etico, gli chef vegan diventano sempre più esperti e creativi. La gamma di ricette a disposizione, i piatti nei ristoranti nonché i prodotti nei supermercati, sono in rapida crescita, sia per quanto riguarda la quantità che la qualità. Le possibilità sono moltissime, esistono anche diversi 'sostituti' come ad esempio hamburger e salsicce vegan, latte, formaggio, gelati, creme e molto altro ancora.
Una dieta vegan strutturata e pianificata è sana e adatta a tutti. La più grande organizzazione al modo di professionisti del settore alimentare e della nutrizione, l'American Dietetic Association, afferma che le "diete vegetariane, incluse quelle totalmente vegetariane o vegan, correttamente pianificate, sono salutari, nutrizionalmente adeguate e possono aiutare nella prevenzione, e nel trattamento, di alcune patologie. Sono appropriate in qualunque fascia d'età e in tutte le fasi della vita inclusa la gravidanza, l'allattamento, prima e seconda infanzia, adolescenza e anche per gli atleti. Insomma… sono adatte a tutti."
The American Dietetic Association, 2009 (www.eatright.org/About/Content.aspx?id=8357)
Ulteriori informazioni sulla scelta vegan sono disponibili sul sito del progetto Vivere Vegan:
www.viverevegan.org/

> Intrattenimento

Gli animali esistono per loro stessi, appartengono all'ambiente da cui provengono e nel quale vivono con altri membri della stessa specie, non in luoghi artificiali creati dall'essere umano per il suo divertimento e per profitto. La scelta vegan consiste anche nel non visitare i circhi con animali, zoo, safari, parchi, acquari, assistere a corse di cavalli o qualsiasi altro spettacolo basato sullo sfruttamento animale a beneficio dell'essere umano.
Piuttosto che sostenere queste realtà, si può offrire il proprio appoggio ai rifugi per animali che ospitano individui salvati dai luoghi di sfruttamento, così come i centri di soccorso per la fauna selvatica e le riserve naturali.
Gli animali possono essere osservati rispettosamente nel loro habitat naturale, dove è giusto che vivano.

> Vestiario

Chi sceglie di essere vegan non indossa abiti, scarpe o accessori realizzati con pelli, pelo, piume, pellicce, cuoio, lana o seta.
Esistono molte alternative vegetali come cotone, lino o canapa e materiali artificiali, ad esempio poliestere, acrilico e nylon. Oggi è semplice trovare scarpe realizzate esclusivamente con materie vegetali; la gamma di stili e la qualità, sono notevolmente aumentate in questi anni. Vestirsi vegan permette di non contribuire allo sfruttamento animale, e allo stesso tempo è sostenibile da un punto di vista 'ecologico'. Canapa e lino permettono di realizzare tessuti resistenti, durevoli e versatili, la richiesta di abiti usati e vintage è in aumento, e i materiali sintetici posso essere riciclati.

> Vivisezione

Adottare uno stile di vita etico e distante da qualsiasi forma di sfruttamento significa anche evitare di acquistare prodotti cosmetici o per la cura della casa, testati sugli animali, preferendo al loro posto quelli vegan e cruelty - free. Significa ridurre al minimo l'uso di farmaci, inevitabilmente testati sugli animali.