Una vittoria per le vittime del più grande sacrificio di animali al mondo

Nuova Delhi
India
Animal Equality convince il governo indiano a salvare gli animali destinati alla morte durante il festival di Gadhimai. L'annuncio in Italia in esclusiva con un approfondimento su La Repubblica.
Grazie all’impegno e alla campagna internazionale lanciata da Animal Equality, il governo indiano ha emanato una direttiva che proibisce il trasporto di animali dall’India al Nepal per tutta la durante del periodo in cui si terrà il festival di Gadhimai, dove verranno sacrificati centinaia di migliaia di animali.

La Repubblica - India Blocca Confini Nepal per sacrificio GadhimaiAd annunciarlo in Italia un approfondimento in esclusiva per La Repubblica dal titolo
'L'INDIA VIETA DI PORTARE ANIMALI AL SACRIFICIO NEPALESE'

La maggior parte dei partecipanti si mette in viaggio dall’India fino al tempio della dea Gadhimai, in Nepal, il punto di maggior attività della celebrazione. Una grossa parte degli animali proviene dai territori dove vivono i devoti, costretti a viaggi tremendi verso il luogo del loro sacrificio.
 

Rappresentanti del Ministro Indiano per gli Affari Interni, dopo un ripetuto confronto con gli attivisti presenti in India, hanno emesso un’ordinanza che impone la presenza di posti di blocco alle frontiere e squadre addestrate che vigileranno attentamente affinché gli animali non passino illegalmente la frontiera. In questo momento, dopo un fatto del genere, Animal Equality si appella ancora di più al governo nepalese perché interrompa questo sacrificio di animali e inviti pubblicamente a trovare delle valide alternative per i devoti, come l’utilizzo di zucche per il sacrificio o di poche gocce del loro stesso sangue.
 
Animal Equality ha recentemente reso pubblico un video che mostra la brutalità del sacrificio animali a Gadhimai e avviato una campagna internazionale per chiedere al governo del Nepal di fermare il prossimo massacro.